Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze Accetto

No ai sacchetti in Mater-Bi con la plastica

Data di pubblicazione:

martedì 2 marzo, 2021

Tempo di lettura:

1 min

Ultimo aggiornamento:

venerdì 5 marzo, 2021

Si informano gli utenti che i sacchetti in mater-bi, composti da materiali biodegradabili e compostabili, non devono essere introdotti nella raccolta della plastica.

Conferire i sacchi in mater-bi nel sacco giallo per gli imballaggi in plastica costituisce un errore, questo perché entrambe le tipologie di rifiuto sono avviate verso un processo virtuoso ma lungo percorsi e in tipologie di impianti di trattamento differenti.

 

Tale indicazione risulta obbligatoria a fronte di quanto emerso dalle recenti analisi condotte sulla plastica che i cittadini dei Comuni del Bacino Gesem conferiscono nei sacchi gialli: la presenza di sacchetti in mater-bi risulta dilagante e questo ne comporta la separazione nei centri Corepla (Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Plastica) e l’etichettatura come “materiale estraneo” che, come tale, viene poi avviato allo smaltimento con svantaggi economici e costi gestionali aggiuntivi, oltre che essere penalizzante in termini ambientali e a vanificare la raccolta differenziata che mira al recupero dei materiali.

 

I sacchetti in mater-bi devono essere conferiti nell’umido.

 

Grazie della collaborazione

 

Servizi di Igiene Urbana GESEM 

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

05/03/2021