TASI – Tassa Servizi Indivisibili

E’ un tributo che contribuisce a finanziare alcune voci del bilancio comunale relative ai cosiddetti “servizi indivisibili” ovvero tutti quei servizi dei quali i cittadini e le realtà produttive usufruiscono anche senza che ne abbiano fatto esplicita e personale richiesta (si citano ad esempio i servizi di polizia locale, illuminazione pubblica, manutenzione strade e verde pubblico ed altri).
Il tributo è dovuto da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo unità immobiliari (produttive, commerciali, residenziali – compresa l’abitazione principale – pertinenze) e terreni.
Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare, l’occupante (ad esempio l’inquilino o l’usufruttuario) versa la TASI nella misura del 10 per cento dell’ammontare complessivo della TASI, e la restante parte è corrisposta dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare.
In caso di detenzione temporanea (non superiore a 6 mesi nel corso dell’anno solare) il soggetto passivo è solo il possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e superficie.

La Tasi è dovuta per l’abitazione principale e le relative pertinenze (soltanto n. 1 unità immobiliare per ogni categoria: C/2 –cantine/magazzini, C/6 – box/posti auto, C/7 – tettoie, fino ad un massimo di n. 3 pertinenze appartenenti ciascuna ad una categoria catastale diversa), compresi gli immobili assimilati.
La base di calcolo della TASI è la stessa dell’IMU: la rendita catastale dell’immobile rivalutata del 5% e moltiplicata per il relativo coefficiente del gruppo catastale. Al valore imponibile ottenuto si applica l’aliquota deliberata dal Comune.

 

INFORMATIVA IUC
INFORMATIVA IUC
Dimensione: 512 KB
REGOLAMENTO IUC
REGOLAMENTO IUC
Dimensione: 621 KB
TABELLA COEFFICIENTI MOLTIPLICATORI TASI  2015
TABELLA COEFFICIENTI MOLTIPLICATORI TASI 2015
Dimensione: 196 KB